Contributi sulle spese sostenute per cure extra regione

La L.R. 26/91 prevede, per i cittadini residenti in Sardegna, la contribuzione sulle spese di viaggio e soggiorno sostenute dal paziente e dall’eventuale accompagnatore in relazione a visite/prestazioni/ricoveri effettuati in ambito extra-regionale o extra-nazionale, dovuti all’assenza di strutture idonee a trattare il caso o se l’attesa prevista sia incompatibile con lo stato di salute o precluda la possibilità di intervento o cure. Queste condizioni sono il presupposto per il riconoscimento del diritto al contributo, e dovranno essere attestate da specialisti della patologia operanti in strutture sanitarie del territorio regionale.

Tempo di lettura
< 1 minuto

A chi si rivolge

Cittadini italiani residenti in Sardegna ed iscritti negli elenchi dell’ambito territoriale della Asl Ogliastra, nonché le categorie ad essi equiparate dalla vigente legislazione e dagli accordi internazionali.

Cosa offre

Il servizio offre:

  • contributi sulle spese di viaggio;
  • contributi sulle spese di soggiorno.

Come accedere al servizio

È preferibile concordare un appuntamento scrivendo o telefonando ai seguenti recapiti:

Riferimento: Dott.ssa Paola Balloi

E-mail: [email protected]

Pec: [email protected]

Tel. 0782490433

Cosa serve

Per l’apertura della pratica

  • certificazione rilasciata da medico specialista della Regione Sardegna attestante la necessità e la motivazione di doversi recare fuori regione per cure sanitarie;
  • documento di identità;
  • tessera sanitaria.

 Per la chiusura della pratica:

  • foglio di dimissione/prestazione/visita;
  • documenti di viaggio (aereo/nave/bus/metro ecc.;
  • attestazioni rilasciate dalla struttura sanitaria sulla eventuale necessità della presenza dell’accompagnatore.

Costi e vincoli

Il servizio è gratuito.

Tempi e scadenze

  • Domanda in carta libera di autorizzazione da presentare almeno 10 gg prima della partenza;
  • Qualora ricorrano le condizioni di comprovata gravità ed urgenza di cui agli artt. 13 e 23 della L.R. 26/1991 e ss.mm.ii., il paziente potrà presentare domanda di rimborso – pur in assenza di preventiva autorizzazione da parte della Asl- entro il termine perentorio di 90 giorni dalla data di pagamento delle spese per il ricovero in Italia e di 60 giorni da tale data per i ricoveri all’estero;
  • In caso di decesso del paziente nel periodo relativo al soggiorno extraregione, sia nazionale che all’estero, per usufruire delle prestazioni regolarmente autorizzate ai sensi della L.R. 26/1991, coloro i quali abbiano sostenuto gli oneri, possono chiedere un contributo per le spese di trasporto della salma che la Regione eroga nella misura dell’80% delle spese effettivamente sostenute e regolarmente documentate. La domanda deve essere presentata all’Ufficio Distrettuale competente per territorio entro 90 giorni dall’avvenuto pagamento delle spese sostenute e regolarmente documentate;
  • Accertata la regolarità della documentazione, l’Ufficio procede alla relativa liquidazione. Il pagamento del contributo per le spese di viaggio e di soggiorno avviene entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda di rimborso.

Strutture che erogano il servizio

Riferimenti

Ulteriori informazioni

Ultima modifica

17 Maggio, 2024